"Hai qualcosa da riparare?" Questa è la frase che ci accompagna entrando in un grande spazio illuminato con piccole luci, con secchi di diverse dimensioni disposti a raccogliere l'acqua che cade dal soffitto ... sembra un invito a riflettere .. Affrontiamo i problemi senza riparare il tetto, mettendo secchi dappertutto ... il nostro crack emotivo può essere interrotto in modo permanente fino a quando qualsiasi tipo di riparazione è impossibile ........... Abbiamo lasciato questo viaggio con la coscienza emotiva che ci permetterà di scavare dentro di noi: come e quando sarà diverso per ogni viaggiatore. "

Cristina Tacconi - Laboratorio "Per uno spettatore critico" - Altre Velocità

Per leggere l'intero articolo

© 2020 All rights reserved